GLOSSARIO UMIDITA' MURI

UMIDITÀ
L'umidità dell'aria è la quantità d'acqua sotto forma di vapore contenuta nell'aria o in un corpo. Avrai sentito dire c'è "tanta umidità" tipo il 70% e così via. Ma il 70% di cosa?
Forse non sai che quella è l'umidità RELATIVA (relativa alla temperatura.) C'è anche l'umidità ASSOLUTA. Quindi umidità relativa a cosa? Relativa alla quantità massima che l'aria può contenere a una certa temperatura. Ad esempio a 30 gradi l'aria può contenere 30 grammi d'acqua per metro cubo; a 0 gradi ne può contenere al massimo 4.8. Quindi il 70% di umidità a 30 gradi è il 70% di 30 grammi per metro cubo (21 grammi) e il 70% di umidità a 0 gradi sarebbe il 70% di 4.8 grammi = 3.3 grammi. È facile vedere che per quanto possa essere alta l'umidità esterna in inverno la'ria contiene sempre meno acqua di quella che c'è all'interno.
Il clima in un edificio è determinato dall'umidità assoluta cioè da quanti grammi di acqua sono effettivamente contenuti in un metro cubo di aria. Questo ti fa capire perché aprendo le finestre per qualche minuto in inverno, anche se fuori è freddo e umido, farà diminuire l'umidità dentro la stanza. In estate potrebbe succedere il contrario, che all'esterno ci sia più umidità assoluta che all'interno. Aprire le finestre in agosto per "deumidificare" la cantina peggiorerà la situazione. I nostri tecnici possono analizzare questi fenomeni a casa tua e spiegarti nei dettagli come comportarti per evitare un eccesso di umdità ambientale in casa.
UMIDITA' DI RISALITA
L'umidità di risalita è un fenomeno natuarale per cui il materiale edile con cui sono costruiti i muri e le fondazioni della casa, attirà acqua dal terreno e per capillarità questa risale anche fino ad altezze considerevoli, degradando il muro, intonaci e pitture. È un problema tipico delle case che hanno una certa età. In passato non si costruivano fondazioni isolate o se sono state fatte si potrebbero essere degradate. Purtroppo il fenomeno accade anche in case recenti a causa di grossolani errori di progettazione o di esecuzione dei lavori. A volte nelle case nuove si hanno fenomeni che vengono considerati ed etichettati "umidità di risalita" ma non lo sono. I nostri tecnici possono stabilire se si tratta di un caso di falsa umidità di risalita. Per risolvere l'umidità di risalita sono stati usati un sacco di metodi "coprenti" e sistemi invasivi come taglio dei muri, contropareti e fori di aereazione. Tutte cose che non hanno mai funzionato. le soluzioni ci sono ma quelle meccaniche sono molto costose. Una valida alternativa è la tecnologia di deumidificazione naturale a inversione di polarità.
UMIDITA' DI CONDENSA
Avrai sicuramente osservato l'umidità che si forma su una bottiglia fredda quando la tiri fuori dal frigo in estate. Si riempirà di goccioline d'acqua. In inverno puoi averlo notato lungo i vetri. Quando la condensa si forma nelle case e sui muri a causa di eccessiva umidità ambientale e cattiva aerazione può causare le fastidiose muffe sui muri. Quando l'umidità ambientale è troppa, l'aria incontrando un muro o un oggetto più freddo può condensare perché non riesce più a contenere la stessa quantità di umidità ad una temperatura più bassa. (vedi fe. umidità sopra). La temperatura a cui avviene la condensa si chiama "punto di rugiada". Riuscendo ad evitare di raggiungere quel punto si elimina la formazione di umidità di condensa. In realtà la muffa per formarsi non ha bisogno che il muro raggiunga il punto di rugiada. I nostri tecnici sono in grado di calcolare il punto di rugiada nella tua casa e individuare sia le cause dell'eccesso di umidità che dei punti più freddi. E quindi possiamo risolvere il problema alla radice e definitivamente.
MUFFA MUFFE NEI MURI
Le muffe nei muri sono un fenomeno che non colpisce solo le case vecchie ma è frequente anche nella case nuove perfino in Classe A. L'umidità e la formazione di muffa sui muri nelle case nuove è dovuta ad un eccesso di isolamento termico non traspirante e ad una scarsa aerazione. Le case nuove negli ultimi 20 anni sono state costruite col punto di vista della riduzione delle emissioni e del risparmio energetico. Questo ha portato ad avere case super isolate e ricoperte di polistirolo che si riscaldanoin un attimo e costano poco di riscaldamento ma il clima interno spesso lascia molto a desiderare.
Una famiglia media di 4 persone emette circa 8-10 litri al giorno di acqua sottoforma di vapore acqueo che si accumula in casa se non trova il modo di uscire. Pareti coibentate con infissi a taglio termico non fanno passare aria. Di conseguenza, basta il minimo errore di progettazione per avere umidità di condensa sui muri e anche sugli oggetti. E le muffe fioriscono. Alcune muffe sono particolarmente fastidiose, e in generale possono causare allergie o malattie respiratorie.
La muffe sui muri si formano anche in case vecchie o meno recenti. Nelle case vecchie ci potrebbero essere infiltrazioni e altre ragioni che causano eccessiva umidità in casa. A volte introdurre un pezzo di tecnologia moderna in una casa vecchia come un cappotto esterno di polistirene o gli infissi termici è un fattore scatenante dell'umidità di condensa e quindi della formazione di muffa sui muri. I nostri tecnici come prima cosa individuano la vera causa della condensa. Dopo aver eliminato le muffe sui muri eliminiamo con disinfestanti professionali ed efficaci, bisogna individuare e risolve la causa della condensa e delle muffe. Altrimenti si potrebbero riformare.
UMIDITA' IGROSCOPICA
L'umidità igroscopica è l'umidità causata dai sali. Avrai notato che il sale da cucina in casa attira umidità e si "bagna". Vari tipi di sali sono contenuti nella muratura. L'umidità di risalita, salendo dal terreno si porta dietro sali che erano disciolti nel terreno o contenuti nell'acqua. I sali penetrano nell'intonaco e nel muro e lo rompono quando cristallizzano. Questi sali poi attirano altra umidità dall'aria della stanza. Se un muro viene deumidificato ma continua ad avere molti sali all'interno potrebbe attirare umidità dall'aria e formare delle macchie. Se per costruire il muro è stata usata acqua di mare o acqua molto calcarea o se nei materiali stessi ci sono molti sali si creerà umidità igroscopica e le tipiche macchie di umidità nei muri. Alcuni sali sono particolarmente difficili da trattare. Quando si fa un risanamento di muri umidi è importante analizzare il tipo di sali e la loro quantità per poter agire correttamente quando si rifanno gli intonaci. Questo tipo di umidità viene spesso confusa con l'umidità di risalita. I nostri tecnici sono in grado di analizzare la salinità della muratura e stabilire con certezza il tipo di sali presenti e le tecniche per eliminarli.
INTONACO DEUMIDIFICANTE
L'intonaco deumidificante è una parola che non ha un significato chiaro per tutti. Ci sono intonaci che servono a "contenere l'umidità" e quindi creano una barriera alla fuoriuscita dell'umidità di risalita. Questi intonaci di solito ottengono solo l'effetto di far uscire l'umidità più in alto o più a lato qualche mese dopo. Non sono "deumidificanti". Poi ci sono intonaci che dovrebbero "assorbire" l'umidità e lasciarla traspirare, ma anche quì spesso è solo scritto nella pubblicità o scheda tecnica ma non sono realmente deumidificanti. I migliori e unici realmente validi sono gli intonaci da restauro, risananti di sola calce naturale senza cemento. Bisogna quindi distinguere e non farsi deviare dalle belle parole "deumidificante" " abase di calce" e andare a leggere bene cosa contengono. E poi ci sono nuove tecnologie che stanno uscendo basate anche sulle nanotecncologie che affermano di riuscire a contenere e far traspirare l'umidità dei muri. Da ultimo ci sono intonaci che "spingono" l'umidità e che si usano in situazione tipo contro terra con infiltrazioni laterali. Questi di solito vanno accompagnati ad altre barriere a seconda del problema da risolvere.
Il nostro punto di vista è che più si riesce a deumidificare un muro prima di intonacare e più saranno funzionali anche gli intonaci applicati. I nostri tecnici possono valutare il tipo di intonaci risananti e le tecnologie da applicare dopo avere analizzato il muro.
DEUMIDIFICAZIONE NATURALE CON ONDE - AQUAPOL
Aquapol è la prima deumidificazione naturale dei muri umidi. I muri vengono deumificati dall'umidità di risalita con un dispositivo che emette onde che invertono la polarità delle molecole d'acqua che risalgono il muro. L'acqua perde la sua forza di adessione ai capillari e riscende tornado da dove è venuta. Dato che l'umidità di risalita non viene mai da sola è importante saper indicare le altre azioni per il risanamento completo dei muri umidi. Diffida dei tentativi di imitazione e copie promosse da ditte italiane che imitano le garanzie senza un reale know how.
TAGLIO DEL MURO RESINE ANTI UMIDITA'
-- Un metodo di risolvere l'umidità di risalita. Le prime ditte che facevano questi lavori creavano una vera e propria barriera e utilizzavano grandi quantità di prodotto costoso. Col passare del tempo sono nati sistemi più semplici, veloci, fai da te, economici ecc ecc. Già prima una barriera poteva solo durare un certo numero di anni ma adesso non fa nemmeno in tempo ad asciugarsi tutta l'umidità dal muro dopo l'esecuzione della barriera che è già ora di rifarla.
AERATORI CON RECUPERO DI CALORE
--Dispositivi d'aereazione che deumidificano facendo circolare sempre aria fresca e filtrata dall'esterno e riscaldandola prima di immetterla. Il modo in cui riscaldano l'aria è totalmente passivo infatti recuperano il calore dell'aria calda e umida della casa prima di espellerla. Questi dispositivi sono a parete o centralizzati e non solo mantengono l'aria pulita e priva di odori ma possono essere anche dotati di filtri anti polline e anti poveri sottili. Il loro scopo è quello di deumidificare l'ambiente e evitare la formazione della condensa immettendo aria meno umida dall'esterno. I nostri tecnici possono valutare il numero e i modelli necessari per deumidificare e per arieggiare correttamente qualsiasi abitazione. Nella casa in classa A o B dove l'aria non circola perché la casa è isolata da tutti i lati e ha infissi impenetrabili, installare questi aereatori è l'unica soluzione per evitare la condensa, la muffa e per avere un clima ideale in casa.
IMPERMEABILIZZAZIONE CON NANOTECNOLOGIE
--I protettivi nanotech hanno la caratteristica di essere traspiranti all'aria al 100% ma impermeabili all'acqua. Proteggendo una parete con le nanotecncologie si lascia traspirare il muro senza alcun effetto pellicolante mentre si rende il muro impermeabile. Questo è particolarmente utile nelle pareti fronte strada che ricevono spruzza di pioggia e si degradano, oppure dove la pioggia può arrivare a bagnare una parete esterna della casa. I muri che prendono la pioggia o gli spruzzi non solo si degradano ma portano umidità all'interno della casa. Questo tipo di umidità a volte viene confusa con umidità di risalita perché all'interno si scrostano gli intonaci. A volte sono presenti entrambe. Con le nanotecnologie si proteggono murature, colonne, balconi e terrazze dall'acqua, dallo sporco e dai sali.
UMIDITA' MURO CONTRO TERRA
--Questo tipo di umidità spesso viene confuso con umidità di risalita. Nei seminterrati, cantine, garage e taverne spesso gli intonaci si scrostano a causa di infiltrazioni laterali o perché la parete poggia contro la terra. Di solito il fenomeno aumenta quando piove. I dispositivi di deumidificazione possono essere parzialmente efficaci in caso di umidità contro terra e quindi si devono usare altri accorgimenti, intonaci e barriere e i lavori negli interrati vanno sempre accompagnati dall'istallazione di sistemi di aereazione con recupero del calore per evitare l'umidità di condensa. I nostri tecnici possono studiare ogni tipo di umidità contro terra e suggerire la soluzione ottimale.
DEUMIDIFICAZIONE
--Ridurre l'umidità (la quantità d'acqua) in un ambiente o materiale. Portare il materiale o ambiente ad uno stato ideale di umidità. La prima cosa da saper fare è individuare la sorgente dell'umidità che molto spesso sono più di una. Per ogni tipo di umidità esiste una soluzione (quella giusta) e mille sbagliate. Non esistono dispositivi o soluzioni che risolvono tutti i tipi di umidità.
NORME UNI 11085 PER RILEVAZIONE UMIDITA' MURI
--Si tratta di norme per stabilire con precisione quanta umidità c'è all'interno di un muro. Si deve prelevare un campione di muro e calcolare con precisione la quantità di acqua contenuta. La cosa viene ripetuta a varie altezze e profondita e punti diversi della casa. Solo in questo modo è possibile stabilire l'esatta quantità di umidità e se un prodotto ha o no deumidificato il muro.
ELETTRO OSMOSI ATTIVA
--Metodo di deumidificare i muri con inversione di polarità del'umidità, causando un elettrochock alla parete. Si introducono elettrodi nella parete e si dà corrente. Alcuni sistemi prevendono 3 mesi a tempo pieno e poi una centralina che da scosse elettriche quando necessario per mantenere giù l'umidità di risalita. Altri funzionano in continuazione. Va bene in qualche chiesa o edificio storico. È un procedimento costoso e invasivo. Il principio però è valido e consiste nel invertire la polarità delle molecole d'acqua che sono un dipolo elettrico.
ELETTRO OSMOSI SENZA FILI O WIFI - ECOOSMOSI
--Metodo di deumidificare i muri con inversione di polarità dell'umidità, tramite centraline che emettono un leggero campo che inverte la polarità sulle molecole d'acqua che risalgono il mruo. Vengono descritti con vari nomi: inversione polarità, neutralizzazione di carica o simili. E' un sistema ottimo soprattuto negli scantinati dove le onde "naturali" dei sistemi di inversione di polarità magnetici hanno meno efficacia.
DEUMIDIFICATORE ELETTRICO
--Un elettrodomestico che elimina umidità dall'aria e quindi migliora il clima umido. Si usano anche per deumdificazioni professionali, in cantienre ecc. Non dovrebbe essere utilizzato in 2 casi. A) quanto si ha umidità di risalita perché causa l'effetto "stoppino" Più si deumifica l'ambiente e più il muro evapora acqua e più ne tiura su di nuova dal terreno. Attirando acqua più velocemente attira anche più sali e continunado ad evaporare continua a cristallizare sali che spaccano gli intonaci. Prima si deve fermare la risalita dell'acqua e poi accendere il deumidificatore. Idem vale per il riscaldamento infatti vicino ai termosifoni i muri affetti da umidità di risalita sono più degradati.
B) il secondo caso in cui non si deve usare un deumidificatore è quando si hanno già le muffe sui muri. Le spore delle muffe sono molto volatili e questi apparecchi le fanno volare e si fermano nei filtri con la conseguenza che vengono portate in altre stanze o zone. Prima si disinfestano le muffe, si puliscono i filtri e poi si accende il deumidificatore per diminuire il tasso di umidità. Il deumdificatore elettrico serve a prevenire le muffe abbattendo l'umidità non a curarle.
VESPAIO AERATO
-- Un ottimo metodo conosciuto fin dai romani di isolare la casa dal terreno. Questo allontana l'umidità e anche il gas Radon. Purtroppo qualcuno l'ha fatto diventare una "soluzione all'umidità di risalita" cosa che non è mai stato. Nelle vecchie case i muri poggiano sul terreno quindi fare un vaspaio significa isolare il pavimento ma i muri continuano a "pescare" acqua dalle falde come biscotti. A volte i vespai se sono fatti male, negli interrati (quindi mai veramente aerati) o se i muri sono molto umidi possono anche perggiorare la situazione perché l'umidità ristagna e condensa nel vespaio. A volte il vaspaio si allaga con conseguente umidità di risalita che prima non c'era.