Domande Frequenti su Depuratori Acqua, Addolcitori

Se non trovi la risposta alla tua domanda, contattaci direttamente online o lascia un messaggio.


Che cos'è la Tabella di Vincent?

La tabella di Vincent è semplicemente una bufala. Un metodo di vendita truffaldino.
Nessun Ministero della Salute, nessuna università in Italia o nel mondo ha mai usato, scritto o approvato la tabella di Vincent.
La medicina o la scienza non hanno niente a che vedere e nemmeno le cosiddette "terapie alternative".
La tabella di Vincent si trova solo ed esclusivamente nei siti di ditte che vendono depuratori ad osmosi inversa.
Di solito è una tabella che compara le varie acque in bottiglia italiane (!!) e le divide in base alla loro presunta "pericolosità" basata sulla quantità di sostanze disciolte nell'acqua.
Questo dato non deriva da nessuno studio scientifico. Anzi è vero il contrario in certi casi.
Nemmeno il sig. Vincent che è vissuto nell'800 sapeva di questa tabella, infatti non appare in nessuno dei suoi scarsissimi scritti.
La tabella di Vincent non si trova su nessuna enciclopedia, testo scientifico e nemmeno su enciclopedie online.
In realtà perfino Claude Vincent non si trova su Wikipedia o altri dizionari.
Si tratta infatti di una montatura per cercare di dimostrare che l'acqua in bottiglia o di rubinetto, che contengono minerali spesso inocui come il calcio, produce il cancro o altre malattie perché ha un "effetto altamente depositante." (cosa significhi non è chiaro e on l'ha mai scritto il Sig. Vincent che era in ingegnere che costruiva dighe nel 800.)
Non solo la Tabella di Vincent non ha nessuna base scientifica ma non è mai stato dimostrato che esista una relazione tra il contenuto di sali minerali e il cancro o altre malattie.
La Tabella di Vincent è usata da parecchi anni in Italia dai venditori di depuratori ad osmosi porta a porta allo scopo di spaventare il cliente. Convincerlo della pericolosità dell'acqua di rubinetto e della necessità di acquistare un depuratore d'acqua a caro prezzo.
Di solito è usata dopo aver fatto dubbie "analisi gratuite dell'acqua" che mostrano sempre quanto l'acqua del rubinetto sia "terribilmente inquinata."
In realtà queste "analisi" non sono analisi e non hanno alcun valore.
La prima cosa che dovresti chiederti: com'è possibile che un "idrologo francese della fine del 800" abbia fatto una tabella basata sulle marche di acqua in bottiglia italiane?
Bufale o metodi truffaldini per vendere depuratori ad osmosi inversa anche quando non servono.
Alcune tecniche di vendita usate da venditori di depuratori d'acqua porta a porta sono vere e proprie truffe come l'utilizzo dell'elettrolisi per dimostrare che l'acqua di rubinetto è inquinata e velenosa.
Sono state smascherate in programmi Tv e articoli di esperti. Ma la tecnica dell'elettrolisi è sempre stata usata assieme alla Tabella di Vincent.
Altri test pseudoscientifici comunemente usati dai venditori che si spacciano per "esperti di acqua": mettere gocce di cloro per sbiancare l'acqua dopo averci messo l'inchiostro; (per dimostrare che l'acqua è "trasparente" solo perché ci aggiungono il cloro. Il che è una bugia)
Oppure introdurre reagenti che fanno precipitare in fiocchi il calcio e magnesio (sostanze innocue o benefiche) per dare un'idea falsa che l'acqua contenga sostanze nocive e inquinanti.
Le sostanze veramente nocive sono individuabili solo con analisi chimiche e batteriologiche e sono praticamente invisibili coi test da "piccolo chimico".
Se vuoi dei test più seri si possono usare i kit dell'università Bicocca che con poche decine di euro ti danno un'idea valida anche se generica del contenuto di sostanze nell'acqua di rubinetto. O per poco di più ti fanno le analisi complete.
Per maggior informazioni su queste truffe o pubblicità ingannevoli per vendere depuratori ad osmosi inversa leggi l'articolo Segreti dei Depuratori Osmosi Inversa

Perché installare un impianto di trattamento acqua o "depuratore acqua domestico"?

La depurazione dell'acqua consiste nel togliere dall'acqua ciò che è dannoso per uso umano. In Italia, la depurazione dell'acqua viene fatta dagli acquedotti. L'acqua deve essere già potabile prima di poter installare un depuratore in casa propria. In realtà si tratta di un dispositivo di "trattamento acqua al punto d'uso" che viene comunemente chiamato "depuratore d'acqua domestico".
La potabilità dell'acqua è stabilita dalla legge in base alle quantità massime di sostanze disciolte permesse. Quantità basate su Linee Guida emesse da Organizzazione Mondiale Sanità, Comunità Europea e pubblicate come leggi in Italia dal Ministero della Sanità.
Normalmente l'acqua di rubinetto in Italia è potabile ed è quindi sicura. Tuttavia ci sono tre importanti considerazioni:
A. In vari comuni, la soglia di alcune sostanze nocive, viene superata. In questo caso forniscono acqua "potabile" solo in base a deroghe alla legge. In pratica richiedono di elevare "temporanemaente" i livelli massimi della sostanza nociva Es: lo scandalo dell'arsenico, l'Italia è stata multata dopo che per il 3° anno consecutivo ha chiesto deroghe alla Comunità Europea sul superamento dei limiti di arsenico in circa 200 comuni italiani. La gente ha bevuto acqua "potabile in deroga" contenente più di 10 mg di arsenico per anni, senza saperlo, fino a che non è scoppiato lo scandalo.
Con queste premesse tipicamente "italiane" chi ci garantisce che l'acqua di rubinetto del nostro comune sia sempre sicura e potabile?

B. L'inquinamento è molto più veloce di quanto le leggi riescano a "filtrare". Passano anni prima che i legislatori prendano provvedimenti su nuove sostanze nocive immesse nell'acqua. Es: In Italia non esiste ancora un chiaro limite sui trialometani, sostanze nocive e alcune cancerogene. I trialometani sono il prodotto della combinazione del cloro usato per eliminare batteri dall'acqua, con le sostanze organiche che il cloro distrugge. (Esempio: trielina, cloroformio ecc si formano in questo modo nell'acqua)- Vari studi mostrano un aumento di sostanze antiparassitarie, medicine e droghe nelle acque le quali non vengono attualmente nemmeno cercate nelle analisi per verificare la potabilità.

C. Potabilità non sempre significa qualità. E non sempre significa gusto. Per eliminare i batteri ad esempio si immette cloro, anche in eccesso, il gusto dell'acqua viene rovinato. Lungo le tubazioni l'acqua accumula impurità, a volte passa in tubi di piombo o amianto molto vecchi. La qualità che può avere all'uscita dell'acquedotto raramente arriva fino alle nostre case. É abbastanza normale che l'acqua di rubinetto sia considerata di gusto mediocre o non buono anche se potabile. Molte persone preferiscono bere acqua in bottiglia, con un aumento dei costi, dei pesi da portare e l'inquinamento prodotto dai miliardi di bottiglie che vengono disperse nell'ambiente ogni anno. E non tutte le acque in bottiglia sono di qualità superiore.

Quali sono i tipi di Depuratori d'Acqua?

I dispositivi di trattamento acqua chiamati comunemente "Depuratori d'Acqua Domestici" sono "dispositivi di trattamento acqua al punto d'uso" e servono per migliorare, affinare, eliminare certe sostanze, refrigerare e gassare l'acqua potabile. Si va da un semplice filtro che toglie i sedimenti, come sabbia e particelle in sospensione
alla microfiltrazione che elimina sostanze fino alla grandezza di 0.5 micron - es: elimina cloro e derivati, amianto, odori e sapori. Rende l'acqua buona da bere e sicura.
Ultrafiltrazione: una membrana filtra tutte le sostanze fino a 0.005 micron (livello grandezza dei virus) senza togliere minerali. È il depuratore domestico più efficace per eliminare virus e i batteri fino al 99.9% - Come la legionella
Da ultimo la famosa Osmosi Inversa, il metodo più potente, spesso usato a sproposito, senza una reale necessità. Lìosmosi inversa può arrivare a togliere il 98 o 99 di qualsiasi sostanza solida presente nell'acqua e quindi anche i famosi "minerali" - Se l'acqua ha un elevato residuo fisso, l'osmosi inversa è utile per diminuirlo drasticamente e ottenere un'acqua oligominerale o minimamente mineralizzata. Se il residuo fisso è già medio o basso l'osmosi inversa è inutile e potrebbe fornire un'acqua troppo demineralizzata. Per reintegrare i minerali perduti si possono usare rimineralizzatori dal costo irrisorio e che noi consigliamo sempre con i depuratori ad osmosi inversa.

Per scegliere il giusto depuratore d'acqua bisogna sapere da che acqua si parte e che risultato si vuole ottenere!

Non esiste il "depuratore modello" che vada bene per tutti. Es: se l'acqua del rubinetto di casa tua non è particolarmente "pesante" è più che sufficente una microfiltrazione o ultrafiltrazione. Un buon erogatore ti può dare acqua fredda e frizzante di altissima qualità a basso costo a casa tua. Se invece l'acqua del rubinetto è molto pesante, dura, con rischio di falde inquinate o vuoi un'acqua minimamente mineralizzata, allora l'osmosi inversa può essere la soluzione valida.
L'osmosi consuma tantissima acqua, per erogarne un litro si usano anche 3 o 4 (dipende dalla qualità e dimensione del depuratore) - inoltre elimina anche i sali minerali.
Un depuratore ad osmosi inversa, per legge, deve avere un sistema per regolare la salinità in modo che l'acqua non sia troppo demineralizzata. Poichè è impossibile regolare la filtrazione delle membrane osmotiche, questo risultato si ottiene miscelando l'acqua depurata dall'osmosi con acqua non depurata e non "osmotizzata".
È un punto importante nella scelata del modello o marca da acquistare. Infatti la qualità dei filtri pregiudica i risultati del depuratore ad osmosi inversa. Contattaci per avere maggiori informazioni o una consulenza specifica.

Quanto Costa un Depuratore d'Acqua?

Un depuratore d'acqua ad osmosi inversa di buona qualità varia tra 1000 e meno di 2000 euro. La microfiltrazione costa di meno.
Diffida di presunti "depuratori in regalo". Pagherai molto di più con questi sistemi.
Le promesse di "depuratore gratis" e "paghi solo la manutenzione" sono tecniche di vendita truffaldine o pubblicità ingannevole. Alcune ditte sono state condannate per aver usato queste forme di pubblicità.
La verità è che ti verrà richiesto di pagare migliaia di euro di "manutenzione anticipata" e non c'è alcun regalo! Pagherai il dpeuratore più caro. Dovrai pagare lo stesso il cambio filtro annuale o "l'uscita del tecnico".
Nella sezione Shop del nostro sito puoi vedere alcuni prezzi di impianti, purtroppo specialmente per i modelli ad osmosi inversa abbiamo dovuto cancellare i prezzi perché la concorrenza (che vende le stesse cose a prezzi molti più cari) si lamentava con il produttore.
Chiedici un preventivo gratuito. Riceverai una consulenza chiara, senza terrorismi sull'acqua e con prezzi chiari, senza false promesse o costi nascosti.

Che differenza c'è tra i vari tipi di depuratori?

I principali tipi di depuratori acqua domestici sono: Depuratori a Microfiltrazione, Ultrafiltrazione, Osmosi Inversa e Addolcitori d'Acqua.
Nella maggior parte dei casi un impianto a microfiltrazione o ultrafiltrazione è più che sufficente per trattare l'acqua di rubinetto da bere e per cucinare in qualsiasi parte d'Italia. Solo nei casi in cui è necessario abbattere il residuo fisso si rende necessaria l'osmosi inversa.
La microfiltrazione rimuove le particelle solide facendo passare l'acqua attraverso una membrana microporosa. Tipicamente il diametro dei pori di queste membrane va dai 0,1 ai 10 µm. Si tratta di un processo molto simile a quelli di osmosi inversa, ultrafiltrazione e nanofiltrazione da cui differisce quasi esclusivamente per le dimensioni delle particelle trattenute.
Negli impianti a microfiltrazione dell'acqua a volte si aggiungono scaglie di rame o argento microforate, essendo tali metalli antibatterici naturali e si antepone un processo di prefiltrazione, (carboni attivi vegetali) capaci di raccogliere e trattenere a lungo sedimenti, cloro ed altre sostanze inquinanti. Il processo vero e proprio avviene per mezzo di membrane, in genere con un diametro dei pori inferiore o uguale a 0,5 µm (micrometri), le quali hanno la funzione di trattenere nelle loro maglie i microrganismi, usata nei depuratori nel caso si desideri disporre di acqua priva di qualsiasi sostanza estranea ad esclusione dei sali minerali.
L'osmosi inversa invece forza l'acqua con una pompa attraverso una membrana che trattiene qualsiasi sostanza anche di dimensioni molto più piccole (fino a 0.001 micron).Può eliminare fino al 95 o 99% delle sostanze disciolte. Può essere efficace nel caso in cui si desideri abbattere certi metalli pesanti o abbassare drasticamente il residuo fisso in zone dove è molto alto o dove si prediligano acque molto leggere. Nelle zone dove c'è possibilità di inquinamento o di presenza di metalli pesanti come il cromo esavalente nelle falde si consiglia questo metodo che gli altri metodi non riuscirebbero a trattenere.
Mentre tutti questi impianti generalmente sono usati per trattare acqua potabile in cucina per bere e cucinare, l'addolcitore viene usato solo per togliere il calcare da tutto l'impianto idraulico. Serve a preservare caldaie e elettodomestici e tubazioni dal calcare ma un addolcitore non migliora assolutamente la qualità dell'acqua! La peggiora e la rende imbevibile e a volte non potabile. Un addolcitore toglie il calcio e lo scambia con sodio nella stessa quantità! Rende praticamente obbligatorio l'uso di un depuratore ad osmosi inversa per bere l'acqua addolcita.
Per eliminare il calcare consigliamo l'uso di tecnologie innovative e pulite, senza chimica e senza eliminare i sali e il calcio dall'acqua, usando i condizionatori d'acqua elettronici Hydropath(vedi sezione Hydropath nel nostro sito)

Perché fanno servizi negativi in TV sui Depuratori ad Osmosi Inversa?

Il più famoso di questi servizi è quello de "Le Iene" sui depuratori ad Osmosi. È ovvio che le TV hanno un interesse nascosto, dato che ricevono montagne di soldi per pubblicità dai produttori di acque in bottiglia. Tuttavia è verissimo che nel settore dei depuratori d'acqua domestici operano veri e propri "pirati" - che sfruttando la buona fede del consumatore, inventando dati "scientifici", presunte malattie connesse all'acqua potabile e utilizzano strategie di vendita truffaldine o poco etiche, per farti acquistare depuratori a volte di scarsa qualità ma sempre a caro e anche se non ne hai bisogno.
Una delle tecniche di vendita più usate è la bufala della Tabella di Vincent spesso accompagnata dalla notizia dei "nitrati nell'acqua che causano il cancro" una bufala smentita dalla stessa Associazione Italiana Ricerca sul Cancro.
Questo non significa che tecnologie come l'Osmosi Inversa non siano utili, né che l'acqua che erogano non sia più buona e meno costosa di tante acque in bottiglia!
Il Decreto del Min Salute N. 25/12 sul trattamento acqua potabile autorizza e delinea l'uso corretto di questi impianti, della loro manutenzione ed installazione, specificandone i limiti. Il cliente DEVE essere avvisato dei rischi che corre installando questi impianti che potrebbero demineralizzare troppo l'acqua.
Come in tutte le cose bisogna stare attenti alle truffe, ai prezzi gonfiati e ai venditori furbacchioni. Varie ditte che "regalano depuratori" o che usavano tecniche truffaldine per vendere sono state denunciate o sanzionate per pubblicità ingannevole. Ma anche famose acque in bottiglia sono state più volte sanzionate per pubblicità ingannevole e pratiche commerciali scorrette.

Quale Depuratore d'Acqua Dovrei Scegliere?

Dipende dalla qualità dell'acqua che hai e soprattutto dal risultato che vuoi ottenere. Se ha un alto residuo fisso, è molto dura e ti piace bere acqua leggerissima, minimamente mineralizzata (tipo acque di montagna, Levissima, Sant'Anna ecc) è necessario installare un apparecchio che riduca la salinità dell'acqua,come un impianto ad osmosi inversa.
Questi apparecchi devono essere di alta qualità, ricevere regolare manutenzione e avere un regolatore in modo di non eliminare troppi sali minerali.Se invece non sei interessato a ridurre la salinità o l'acqua del rubinetto ha già un residuo fisso non elevato (fino a 300) è più che sufficente e meno costoso un depuratore a microfiltrazione o ultrafiltrazione che non elimina i sali ma solo le sostanze indesiderate, cloro, particelle, odori ecc (Richiedici la tabella delle filtrazioni in omaggio). Se il problema da risolvere è togliere il calcare e preservare elettrodomestici, caldaie, tubazioni allora ci sono i tradizionali addolcitori a sale che però sono costosi, inquinanti e rendono l'acqua non buona da bere.Per questo noi consigliamo le tecnologie innovative, addolcitori elettronici come Hydropath ecologiche, non inquinanti e non richiedono manutenzione.(Sono anche più economiche!)Se vuoi anche di gasare e raffreddare l'acqua sono disponibili molti impianti di alta qualità che possiamo consigliarti.
Se si tratta di una mensa, bar, ristorante, casetta dell'acqua di può SOLO usare un depuratore a microfiltrazione dato che addolcitori e osmosi inversa non sono permessi ne adatti per erogazioni pubbliche.

Perché consigliamo di NON usare un addolcitore a sale per eliminare il calcare?

Preferiamo le nuove tecnologie elettroniche di condizionamento acqua. Addolcitori elettronici Hydropath. Un addolcitore tradizionale è ingombrante e rumoroso e normalmente non può essere installato in un appartamento. L'acqua contenente calcare (calcio e magnesio) viene fatta passare attraverso una velenosa resina sintetica per "scambio ionico" - In questo modo il calcio presente nell'acqua viene sostituito da sodio che si introduce nell'addolcitore sotto forma di sale. L'acqua addolcita non è più calcarea o dura, dato che il calcio è stato scambiato con il sodio!! Adesso non è più buona da bere, e a volte non è nemmeno potabile se il sodio supera il massimo consentito per legge di 200 mg/l
Gli addolcitori d'acqua a sale richiedono manutenzione e consumano molto sale, usato per rigenerare il sodio. Nei tini della salmoia vanno a nozze batteri e alghe. Consumano moltissima acqua per ripulire le resine continuamente. È un processo inquinante e dispendioso. Il sodio va nell'acqua e il risultato (un sale tipo quello per sciogliere il ghiaccio nelle strade) si disperde tramite gli scarichi nell'ambiente. In Italia gli addolcitori sono la tecnologia (obsoleta) più usata per trattare il calcare.I dispositivi addolcitori elettronici come Hydropath oltre a essere più economici, hanno un effetto anti batterico, non inquinano, non necessitano di manutenzione e non cambiano assolutamente la formula chimica dell'acqua.
Hydropath elimina la formazione del calcare totalmente e si può installare anche in appartamento, senza occupare spazio e non fa rumore. L'addolcitore è in pratica una tecnologia "vecchia" come quella di aggiungere il cloro all'acqua. Hydropath è "l'alternativa verde agli addolcitori d'acqua" - nota: non è un magnete. È un condizionatore d'acqua elettronico.

Un depuratore d'acqua domestico può essere un dispositivo medicale? O un dispositivo medico?

Assolutamente no! le ditte che affermano che il loro depuratore ad osmosi inversa è un dispositivo medicale o medico sono truffaldine. Un dispositivo medico è uno strumento utilizzato in medicina per finalità diagnostiche e/o terapeutiche. Ogni paese ha la sua disciplina. Un depuratore d'acqua domestico ricade sotto le direttive del Ministero della Salute che delinea come devono essere per non essere fuorilegge, ma non hanno niente a che fare con la guarigione, la prevenzione o la cura di nessuna malattia. In base alle linee guida si specificano i limiti e i parametri per l'utilizzo e la manutenzione e basta. Se qualcuno ti dice che il depuratore o impianto di trattamento acqua domestico che vende è un "dispositivo medicale o medico" ti sta semplicemente truffando. Alcune ditte arrivano al punto di mettere simboli di farmacia, croce e finto simboli da dispositivo medico sul depuratore. nessuno di questi è autorizzato a farlo e soprattutto non esistone depuratori acqua "autorizzati dal ministero della salute" ne tantomeno prescritti dal Min. Sanità o consigliati dai medici. Sono tutte bufale truffaldine per convincerti a pagare il triplo un apparecchio per l'affinamento dell'acqua.

Quali Sono le Direttive del Ministero della Salute sul Trattamento delle Acque Potabili?

ESTRATTO DAL Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31
"Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualita delle acque destinate al consumo umano"

PARAMETRI E VALORI DI PARAMETRO
Parametri microbiologici
Escherichia coli (E. coli) 0
Enterococchi 0
Per le acque messe in vendita in bottiglie o contenitori sono applicati i seguenti valori:
Escherichia coli (E.coli) 0/250ml
Enterococchi 0/250 ml
Pseudomonas aeruginosa 0/250ml
Conteggio delle colonie a 22°C 100/ml
Conteggio delle colonie a 37°C 20/ml
PARTE B
Parametri chimici
Acrilammide 0,10
Antimonio 5,0
Arsenico 10
Benzene 1,0
Benzo(a)pirene 0,010
Boro 1,0
Bromato 10
Cadmio 5,0
Cromo 50
Rame 10 mg/l
Cianuro 50
dicloroetano 3,0
Epicioridrina 0,10
Fluoruro 1,50 mg/l
Piombo 10
Mercurio 1,0
Nichel 20
Nitrato (come NO3) 50 mg/l
Nitrito (come NO2) 0,50 mg/l
Antiparassitari 0,10 ug/l
Antiparassitari-Totale 0,50
Idrocarburi policiclici 0,10
Selenio 10
Tetracloroetilene 10
Trialometani-Totale 30
Cloruro di vinile 0,5 μg/l Nota 1
Clorito 200 microg/l Nota 11
Vanadio 50 microg/l
Nota 6 Per antiparassitari s'intende:
- insetticidi organici
- erbicidi organici
- fungicidi organici
- nematocidi organici
- acaricidi organici
- alghicidi organici
- rodenticidi organici
- sostanze antimuffa organiche
- prodotti connessi (tra l'altro regolatori della crescita) e i pertinenti metaboliti, prodotti di degradazione e di reazione. cloroformio, bromoformio, dibromoclorometano, bromodiclorometano.

È vero che i Depuratori Osmosi Inversa levano troppo i Minerali?

I depuratori ad Osmosi Inversa levano i minerali, questo è vero al 100% - In base alla direttive del Min. Salute quando si promuove una di questa apparecchiature si deve informare il cliente dei rischi di un eccessiva demineralizzazione.Tuttavia il corpo umano ha bisogno di molti più minerali di quelli che possono essere assunti disciolti nell'acqua. (Contrariamente a quanto ci fa credere le pubblicità) - Se dovessimo assumere la dose giornaliera di calcio dall'acqua dovremmo berne delle autobotti.Il corpo umano assimila i minerali principalmente dal cibo, verdure, legumi, latte, carne ecc. Un etto di parmigiano contiene più calcio che una botte d'acqua.Non tutti i depuratori eliminano i sali minerali. Solo l'osmosi inversa lo fa, abbattendo tutte le sostanze anche fino al 99%.Quando si vuol essere certi di avere eliminato i metalli pesanti, oppure certe sostanze inquinanti presenti in un territorio, oppure quando si vuole diminuire la quantità di sali disciolti nell'acqua perché l'acqua ne contiene troppi, o solamente perché ad una persona piace bere acqua minimamente mineralizzata (tipo le acque di montagna ecc) allora è necessario usare questo tipo di depurazione (Osmosi Inversa) altrimenti si può benissimo usare un buona ultrafiltrazione o microfiltrazione e lasciare intatto il contenuto di calcio e magnesio.In alternativa si possono reintegrare con opportuni "kit remineralizzanti". Cosa che noi consigliamo sempre a chi installa depuratori ad omosi inversa.Gli impianti di depurazione delle acque ad osmosi inversa vengono usati anche in molti acquedotti comunali per abbattere nitrati, arsenico e altre sostanze inquinanti nocive in varie zone d'Italia.Per quanto riguarda gli impianti domestici ad osmosi inversa essi sono autorizzati dal DM del Min Salute con la specifica di come devo essere installati, usati e manutenuti e della consapevolezza da parte dell'acquirente dei rischi di avere un'acqua troppo demineralizzata.E' importante quindi affidarsi ad una ditta che non sia solo un "venditore di apparecchi ad osmosi" e che vi può quindi consigliarti obiettivamente se è il caso di usarli o no.

Perché non date il depuratore in regalo come fanno molte ditte?

Perché siamo chiari. Nessuna di queste ditte regala niente. Il depuratore viene venduto a prezzo più caro di quello che vale usando il trucchetto della "manutenzone inclusa".
Le persone attratte dal regalo ricevono il venditore in casa. Il venditore li speaventa con un "piccolo chimico" sui presunti pericoli che si corrono bevendo acqua di rubinetto o in bottiglia. Dopodiché tira fuori la sua proposta tutto incluso con depuratore in regalo ma la manutenzione da pagare anticipata per 6 o 12 anni e in comode rate da 50€ - Il risultato è che paghi un depuratore ad osmosi inversa di cui a volte non hai nemmeno bisogno 3000€ o anche molto di più contando gli interessi. E poi è facile che quando fa la manutenzione ci sia comunque da pagare un 50e di uscita del tecnico, per cui in totale si raggiungono cifre elevate.
Consideriamo abbastanza truffaldino questo metodo di vendita. Se accompagnato da affermazioni pseudo scientifiche o terroristiche sull'acqua di rubinetto rasenta la truffa bella e buona. Noi preferiamo dire al cliente quanto costa il depuratore o impianto di trattamento acqua. Che non cost amai più di 2000€ per quanto sia "il top" - Quanto spenderà di manutenzione all'anno (che non sarà mai più di 90€) e lasciargli anche la libertà di farsela fare da chi vuole se in futuro si trasferisce ecc. Senza vincoli con la nostra ditta. In questo modo noi dormiamo sonni tranquilli e il cliente è tutelato. Se acquisti la manutenzione anticipata per 10 anni e la ditta chiude oppure ti da un cattivo servizio cosa fai?

Cos'è la manutenzione obbligatoria del depuratore d'acqua?

Il Ministero della Salute ha stabilito che tutti gli impianti di trattamento e affinamento dell'acqua hanno bisogno di una regolare manutenzione per essere a norma. Anche per essere venduti devono avere una chiara scritta che avvisa della necessità della manutenzione
Questo è importante perché all'interno dei "depuratori" (che non sono depuratori perché si possono installare solo quando l'acqua è già potabile) ci sono dei filtri che si sporcano, si consumano e perdono le lro capacità con il tempo o il passaggio dell'acqua. Alcuni di questi filtri "cinesi" hanno una durata minima e sono di scarsa qualità e vanno cambiati più spesso. In ogni caso minimo una volta all'anno un tecnico deve sostituire i filtri e sanificare la macchina. (sono dei semplici liquidi tipo amuchina da far passare per la macchina).

Quanto costa la manutenzione del depuratore?

Il cambio dei filtri e la sanificazione del depuratore costa poche di euro. Utilizzando filtri di qualità (non cinesi) e considerando le classiche 50€ dell'uscita di un tecnico, la manutenzione non dovrebbe mai superare i 90-100€
Questo ti fa capire perché il "depuratore è in omaggio, se paghi la manutenzione" è un metodo truffaldino di vendita. Non sta in piedi perché in 10 anni sarebbero al massimo 1000€ di costo di manutenzione. Invece te lo vendono a 2-4000€ anticipate e in più pagherai l'uscita e dovrai pagere gli interessi, se paghi a rate.

Che filtri vengono cambiati durante la manutenzione del depuratore d'acqua?

Un depuratore ad osmosi inversa, ha dei pre-filtri a carboni attivi o per i sedimenti. Teoricamente questi filtri servono solo a proteggere la membrana osmotica che effettua la filtrazione reale dell'acqua.
Questi filtri si otturano e si consumano nel giro di qualche migliaio di litri d'acqua o entro un anno, e quindi vanno sostituiti regolarmente. Contemporaneamente la macchina va pulita e sanificata facendo passare amuchina o simili liquidi
In realtà ci sono differenti qualità di pre-filtri. Se veramente dovessero solo proteggere la membrana uno vale l'altro. Ma in realtà l'acqua "pre-filtrata" viene prelevata prima di entrare nella membrana osmotica e miscelata con acqua "osmotizzata".
Questa miscelazione viene fatta perché l'acqua "osmotizzata pura" è troppo priva di minerali ed è anche cattiva da bere. In base alle direttive del Min. Sanità tutti gli apperchhi ad osmosi inversa devono avere questo miscelatore per evitare di fornire acqua troppo demineralizzata. Questo viene di solito chiamato dai venditori "furbi" (o ignoranti) regolatore del residuo fisso, o regolatore delle membrane osmotiche - regolatori di salinità. In realtà non esiste nessun modo di regolare una membrana ad osmosi inversa che ha un filtraggio predeterminato di 0.001 micron.
Questa miscelazione ti fa capire perché la qualità dei prefiltri è importante. Se fosse un depuratore ad osmosi per lavare la barca non lo sarebbe ma quì l'acqua la bevi e quindi è importante che i filtri non siamo cinesi e siano sostituiti regolarmente. I filtri tolgono anche cattivi sapori e odori con i carboni attivi. Cosa che l'osmosi non va dato che non filtra i gas.

Per prezzi di depuratori e addolcitori elettronici Hydropath visita il nostro shop online: Shop Depuratori Online
Oppure scrivici con il modulo nella sezione "contatti" o puoi perfino fare domande online cliccando sul riquadro blu apposito.